ACNE

L’acne è il disturbo cutaneo più comune che riguarda circa il 85% degli adolescenti.

I trattamenti cosmetici e dermatologici possono contribuire a ridurre la cicatrizzazione, a cambiare il colore della pelle causato dall’acne, a trattare i brufoli esistenti e ad evitare che nuovi si sviluppino.

Quali sono i meccanismi di formazione dell’acne?

Ci sono quattro eventi di base coinvolti nello sviluppo delle lesioni dell’acne:

● I follicoli piliferi diventano bloccati con una sovrabbondanza delle cellule normali della pelle .

Queste cellule si combinano con il sebo (una sostanza oleosa che lubrifica i capelli e la pelle) creando una tappo nel follicolo.

● Le ghiandole che producono sebo, note come ghiandole sebacee, aumentano durante l’adolescenza e aumentano la produzione di sebo. Numerose ghiandole sebacee si trovano sul viso, sul collo, sul petto, sul dorso superiore e sulle braccia superiori.

● L’aumento della produzione di sebo consente la crescita eccessiva di un batterio chiamato Cutibacterium  acnes (precedentemente Propionibacterium )  che normalmente vive sulla pelle.

● L’infiammazione si verifica a causa della sovrapposizione batterica o di altri fattori. Ciò può portare alla rottura del follicolo e alla formazione di un brufolo rosso o tenero.

 

rimedi acne poliambulatorio san domenico bologna
Cura acne poliambulatorio san domenico
CAUSE

Cambiamenti ormonali – I cambiamenti ormonali durante l’adolescenza causano l’ingrossamento delle ghiandole sebacee e aumentano la produzione di sebo. Nella maggior parte delle persone con acne, i livelli ormonali sono normali, ma le ghiandole sebacee sono molto sensibili agli ormoni.

Meno spesso, i livelli ormonali delle donne sono influenzati da un problema medico sottostante noto come sindrome dell’ovaio policistico (PCO).

L’acne tende a risolversi tra i 30 e i 40 anni, anche se può persistere o svilupparsi per la prima volta durante l’età adulta.

Le donne sono maggiormente colpite dall’acne dei post adolescenti, in contrasto con l’acne degli adolescenti, che prevalentemente colpisce i ragazzi. L’acne può esplodere prima del periodo mestruale di una donna, soprattutto nelle donne di età superiore ai 30 anni.

Fattori esterni – I cosmetici a base di olio possono contribuire allo sviluppo dell’acne. Gli oli e i grassi dei prodotti per capelli possono anche peggiorare le lesioni cutanee. I prodotti a base acquosa o “non comedogenici” hanno meno probabilità di peggiorare l’acne.

Le persone con acne spesso utilizzano saponi e astringenti. Mentre questi trattamenti rimuovono sebo dalla superficie della pelle, non diminuiscono la produzione di sebo.

Dieta – Il ruolo della dieta in acne è controverso. Alcuni studi hanno trovato associazioni deboli tra il latte vaccino e un aumentato rischio di acne, forse a causa degli ormoni che si presentano naturalmente nel latte o provenienti dai mangimi speciali per le vacche.

Tuttavia, non esistono prove forti che il latte, gli alimenti ad alto contenuto di grassi o il cioccolato aumentino il rischio di acne.

Stress – Lo stress psicologico può probabilmente peggiorare l’acne. In diversi studi sugli studenti, la gravità dell’acne sembra peggiorare durante i periodi di stress aumentato.

TRATTAMENTO PER L’ACNE

Non esiste un unico miglior trattamento per l’acne e talvolta si suggeriscono combinazioni di trattamenti.

Poiché le lesioni dell’acne richiedono almeno otto settimane alla maturazione, è necessario utilizzare un trattamento per un minimo di due o tre mesi prima di decidere se il trattamento sia efficace.

Cura della pelle dell’acne – La cura della pelle è un aspetto importante del trattamento dell’acne.

L’igiene della pelle – Lavare la faccia non più di due volte al giorno utilizzando un detergente delicato del viso non oleoso e acqua non calda. Alcuni fornitori raccomandano di evitare l’uso di un tovagliolo e invece di usare le mani per lavare il viso. Il vigoroso lavaggio o il lavaggio può peggiorare l’acne e danneggiare la superficie della pelle.

Non spremere brufoli perché questo può peggiorare l’acne e causare gonfiore e cicatrici. Può anche causare infezioni delle lesioni.

Idratanti – Vengono sconsigliate creme idratanti nel trattamento dell’acne. I prodotti idratanti che sono etichettati come “non comedogenici” sono meno proni a bloccare i pori della pelle.

Protezione solare – Alcuni trattamenti acne aumentano la sensibilità della pelle alla luce solare (ad esempio, retinoidi, doxiciclina). Per ridurre al minimo il danno della pelle dovuto al  sole evitare esposizione eccessiva al sole e utilizzare una protezione solare con SPF 30 o superiore che sia ampio spettro (bloccando sia la luce UVA che UVB) prima dell’esposizione al sole.

Posso trattare la mia acne?

L’ acne da lieve a moderata con alcune infiammazioni  è di solito trattata con retinoidi topici, antibiotici topici o perossido di benzoile. Una combinazione di farmaci, di solito il perossido di benzoile con un antibiotico topico e / o retinoide (ad esempio, tretinoina), è il più efficace del trattamento con un solo agente.

Perossido di benzoile – Il Perossido di benzoile viene solitamente applicato due volte al giorno. Può essere combinato con un retinoide topico, nel qual caso il perossido di benzoile viene applicato al mattino e il retinoide viene applicato di notte. Il perossido di benzoile può irritare la pelle, provocando talvolta arrossamento e scottature della pelle, e può candeggiare abbigliamento, asciugamani, biancheria da letto e capelli.

Gli antibiotici topici (creme o liquidi) controllano la crescita dei batteri dell’acne e riducono l’infiammazione.

Essi comprendono eritromicina, clindamicina, sulfacetamide e dapsone.

Forme di acne da moderata a severa – Per le persone con acne infiammatoria da moderata a grave  si può raccomandare antibiotici orali o retinoidi orali conosciuti come isotretinoina.

I farmaci topici possono essere usati in combinazione con antibiotici orali.

Le donne spesso beneficiano del trattamento ormonale con una pillola anticoncezionale.

Antibiotici orali – Gli antibiotici orali lavorano per rallentare la crescita di batteri che producono acne. Tuttavia, gli antibiotici orali possono avere effetti secondari fastidiosi, tra cui le infezioni vaginali del lievito nelle donne e lo stomaco sconvolto. La dossiciclina, limeciclina e minociclina sono gli antibiotici orali più comunemente prescritti per l’acne.

Non possono essere utilizzati durante la gravidanza o nei bambini di meno di nove anni.

Retinoidi Sistemici – Isotretinoina orale  è un potente medicinale retinoide che è estremamente efficace nel trattamento delle acne gravi. Cura o migliora notevolmente l’acne nella maggior parte dei pazienti ed è efficace nel trattamento dei tipi più diffusi di acne .

Effetti collaterali che possono verificarsi durante la terapia con  isotretinoina: durante il trattamento può verificarsi secchezza o scolorimento della pelle, dolore e screpolature delle labbra, prurito, dolore muscolare, naso, difficoltà a indossare lenti a contatto e sensibilità al sole.

Acne e gravidanza – Molti trattamenti dell’acne non sono sicuri  durante la gravidanza. Le donne in gravidanza o che intendono rimanere incinte dovrebbero considerare l’arresto di tutti i trattamenti acne prima di rimanere gravide. Se la terapia dell’acne diventasse necessaria, discutere le opzioni con il vostro medico.

Medico di riferimento

Dott. Tommaso Bianchi

Dott. Tommaso Bianchi

Medico Chirurgo, Specialista in Dermatologia, Terapia Laser, Test Allergologici