SLT

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Che cosé?

Trabeculoplastica Laser Selettiva, la SLT, è una procedura semplice che riduce la pressione intraoculare associata al glaucoma. Viene eseguita in studio e richiede non più di cinque minuti, utilizza brevissimi impulsi di luce a bassa energia per colpire la melanina (o pigmento) presente in certe cellule dell’occhio malato. Lo scopo è di stimolare meccanismi naturali di rigenerazione di quel tessuto. Il risultato di questo processo rigenerativo è l’aumento del drenaggio di umore acqueo e l’abbassamento della pressione intraoculare. Le cellule non-pigmentate circostanti non vengono interessate nè danneggiate. La SLT è indolore e non ha effetti collaterali di cui preoccuparsi.

Chi?

Trovano indicazione a questo trattamento i pazienti che presentano un glaucoma primario ad angolo aperto, pseudoesfoliativo, pigmentario o giovanile, che presentano intolleranza nei confronti dei farmaci, oppure avete difficoltà a gestirli ed assumerli secondo la prescrizione, che sono attualmente sotto terapia farmacologica e desiderano combinarla con la SLT (ad es. per ridurre la quantità ed il numero dei farmaci da assumere). La SLT riduce la pressione intraoculare in media del 25% nel 75-85 % dei pazienti trattati. Per coloro che non dovessero rispondere, anche parzialmente, restano molto valide le altre forme di trattamento, inclusa la tradizionale terapia farmacologica. SLT è una procedura delicata, non termica e non invasiva: questo permette la ripetizione del trattamento, se necessario. In confronto, la ripetizione di altri tipi di terapia laser risultano estremamente limitati se non addirittura impossibili.

Procedura:

Prima del trattamento, vengono somministrati dei colliri per restringere lo sfintere pupillare al fine di preparare l’occhio, successivamente si instillano altre gocce per dare una leggera anestesia e permettere l’applicazione di una lente a contatto. Vengono poi rilasciati nell’occhio alcuni delicati impulsi di luce attraverso un microscopio. L’intera procedura richiede solo pochi minuti. Quando è terminata, si somministra qualche goccia di farmaco anti-infi­ammatorio. Per i successivi cinque giorni, è solo richiesto da parte del paziente l’instillazione di alcune gocce di collirio antinfiammatorio per tre volte al giorno.

 

Dr. Giuseppe Muraca

Dr.ssa Fabiana Cervi

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.